Aggiungi un commento

Sono passato di qui per puro caso......caspita che "singolar tenzone" !
Ci provo anche io , da semplicissimo passante...
Non so, ma se faccio il riassunto della presentazione delle peculiarità delle "donne Russe" descritte nell'articolo, le trovo poco significative e "caratterizzanti". Mi sembra un analisi antropologica ( perchè credo sia di antropologia che si tenta di disquisire) molto superficiale. Oltremodo , nella discussione a seguire si cade spesso nel rapporto "donna-uomo" che rappresenta un sotto-insieme , magari il più importante, ma non per questo esclusivo, del macro-insieme dei rapporti "tra persone". Tale argomento è già complesso di suo se riferito ad una etnia omogenea, o presunta tale, figuriamoci tra etnie differenti. L'esempio Italiano è chiarissimo. Mi spiace che moltissimi ( credo tutti o quasi) "Russi" o slavi in generale, abbiano un idea dell'Italia come di una nazione omogenea tanto quanto credono sia la loro e abbiano importato modelli "standardizzati" più o meno imposti. L'Italia è una nazione assolutamente disomogenea dove nel raggio di soli 5 Km , talvolta, non ci si comprende nel proprio linguaggio. L'avreste mai immaginato? L'Italia è un paese poverissimo a differenza della Russia che, ad esempio, è il più ricco del mondo. Pretendere da un Italiano ( da un Tedesco peggio) un atteggiamento economico poco prudente è uguale ad un ipotetica pretesa verso un/una Russa, di non cogliere ogni buona occasione per "festeggiare" magari eccedendo nell'uso di alcoolici. Nessuno è meglio o peggio solo assolutamente, per origini, genetica e costumi di vita , diverso. La descrizione data di una "donna Russa" mi spiace ma non differisce dalla media delle donne Europee, e si parla di media non di singolarità. Tutto questo non rende impossibile la realizzazione di sentimenti veri ed autentici che , oltremodo, proprio da un punto di vista antropologico, e in totale antagonismo ai vari "nazionalismi" o , permettetemi, "arianismi"... danno origine a "razze" migliori. I disastri a volte avvengono per scarsa conoscenza, non per cattive intenzioni. Non c'è alcun dubbio che a volte invece le cattive intenzioni sono la loro causa: bellezza da un lato e danaro dall'altro sono le storiche tentazioni dalle quali, a volte, sono scoppiate guerre addirittura. In genere se ci penso è strano: in Italia mancano forse belle donne??? e in Russia uomini ricchi??? Se così fosse forse gli Italiani non sarebbero famosi per la moda e i Russi per la loro sterminata ricchezza. Che poi in Italia ( ma direi Europa) e in Russia ( comprendendo molti paesi dell'ex SSSR) ci siano molti "sfigati" in cerca di qualcosa che non trovano a casa propria mi sembra solo un fatto assodato e scontato. Ci sono sempre stati e ci saranno sempre. I paesi dell'est Europa ( la Russia è in parte Europa) sono rimasti chiusi nei loro confini per quasi 100 anni, non possiamo pretendere di conoscerci ma dobbiamo pretendere di poterlo fare perchè credo abbiamo molti legami comuni. Nella diversità etnica che pretende rispetto tra "persone" prima di qualsiasi altro rispetto. Solo un piccolo consiglio per finire.....almeno a moltissimi Italiani che leggo qui: imparate a scrivere la vostra lingua ...è un inizio per rispettarsi e farsi rispettare e dare rispetto soprattutto a chi la conosce solo attraverso Al Bano , Celentano e Eros Ramazzotti.....abbiamo avuto e abbiamo ben altro..anche se magari non sarà apprezzato dalla vostra "bellissima" donna dell'est.... L'aiuterà, prima di ogni altra cosa a capirvi bene e, in tal modo, a scegliervi o meno. A partire dal fatto che l'antipaticissimo uso dell'"articolo" significa molto per non confondere le nostre parole. Alle donne Russe e slave in genere il consiglio è assai più semplice: l'Italia è un paese poverissimo e la sua piccola "ricchezza" arriva da immensi sacrifici di molte generazioni che hanno basato la loro vita su un durissimo lavoro e un risparmio quasi maniacale. L'Italia è un paese differente nel raggio di una manciata di km , in pratica non esiste se non per essere unito solo geograficamente dalla meravigliosa penisola che lo accoglie. Al momento è così. Il futuro è nelle vostre mani ma ancor più nei vostri cuori. Sono certo che un giorno ci capiremo senza problemi.
Un abbraccio a tutti.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.