Aggiungi un commento

Ho 50 anni una bellissima moglie russa e due splendide bimbe di 8 anni.
Quattro anni fa ho vissuto una profonda crisi con mia moglie. Io attraversavo un disastroso periodo economico e lei lavorava in una società in cui l’avevo fatta assumere tramite amicizie familiari.
Erano mesi che con me era arrogante e distaccata ed anzi che aiutarmi a superare il difficile momento mi umiliava in continuazione oltre a mentirmi in continuazione. Ogni mattina usciva di casa come dovesse fare una sfilata di moda e rientrava a casa sempre tardi con scuse diverse. Avevo capito che mi tradiva ma ho cercato di essere, sbagliando, tollerante e parlargli, ma lei negava che esistesse qualsiasi cosa.
La mia situazione economica nel frattempo era migliorata ed anche lei sembrava essere uscita dal suo tunnel, ma mentre eravamo in vacanza al mare leggo per puro caso un msg sul suo telefono dove in maniera inequivocabile il presidente della sua società parlava delle loro performance amorose. Dopo aver cercato di negare l’evidenza si è arresa e mi ha confessato di questa relazione che durava da mesi ma che lei stava cercando di chiudere.
Dimissioni, vergogna per le voci che giravano in un’ambiente che, purtroppo, mi conosceva, terapia di coppia … insomma un vero calvario.
Finalmente dopo anni in cui ho cercato disperatamente di ritrovare fiducia in lei ed equilibrio in me, la nostra situazione si e normalizzata anche se c’era sempre qualcosa che non mi tornava ma non capivo, una forte sensazione che c’era ancora qualcosa di irrisolto, finché qualche giorno fa’ dopo aver bevuto una bottiglia di champagne per festeggiare , il nostro anniversario mi confessa che oltre al presidente aveva avuto una storia anche con l’amministratore delegato culminata in una scopata nel bagno dell’ufficio. Sono rimasto di ghiaccio … per cercare di capire coda provava le ho chiesto di darmi i dettagli della cosa. Senza alcun disagio mi ha detto che tutto era legato a soldi che lui le avrebbe promesso per finanziarle un suo progetto ( ovviamente mai dati ) e senza alcuna vergogna mi anche raccontato i dettagli dell’amplesso, come se avessero solo bevuto un caffè al bar !
In un’attimo sono ripiombato a 4 anni fa e non riesco a pensare ad altro. Vivo male, ho incubi, sto trascurando il lavoro, mi sono anche rivolto ad uno psicologo ma non serve, mi sento un’uomo senza dignità e la sua vicinanza mi irrita anche se mi dice che mi ama e si comporta come se nulla fosse successo.
Mi continuo a chiedere … ma che uomo sono se tollero una cosa del genere… ma poi mi ripeto , che padre sarei se esponessi le mie figlie ad una separazione ed al dolore che ne consegue ..? Sto andando in pezzi …

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.