Aggiungi un commento

Ho girato un pò anche nell'Est Europa ma non mi riconosco nelle descrizioni di molti utenti. Ritengo che gli effetti della globalizzazione e dei social media abbiano esaltato i luoghi comuni appiattendo le differenze che poi sono quelle che cercano i viaggiatori come me.
Ovviamente se esplorassimo i Paesi europei passando dalle capitali o città più importanti e soprattutto frequentando i locali del centro, gli alberghi a 4 e 5 stelle dove il portiere ha agganci per farci arrivare la escort a buon prezzo ci accorgiamo subito che Mosca è uguale a Roma e Milano uguale a Copenaghen. Stesso dicasi per Bucarest, Praga o Parigi etc. Di mignotte ne è pieno il mondo a tutte le latitudini, basti pensare che solo a Roma si prostituiscono a tutte le età, dalle giovanissime universitarie alle Milf. Una donna su tre è separata; 3 su 10 sono zoccole di professione; una su tre è adultera. Questo è lo spaccato del nostro Paese, l'Italia. Forse sarà stata colpa di Beautiful e delle Tv dove le donne ancora oggi vengono usate, o accettano di essere usate, come delle ochette stupide purché col culo di fuori. In cambio dei soldi del successo sminuiscono il loro ruolo.
Per cui io, e come leggo molti di voi, ho la nausea di questo stereotipo e sono disposto a cercare altrove.
Ucraine e Russe o dell'Est non fa differenza l'importante è saper cercare anzi selezionare. Ci sono diverse agenzie matrimoniali che offrono questi servizi selezionando in maniera egregia. Uno manda le proprie foto, compila una scheda/intervista e si mette in gioco e già questa è una grande assicurazione contro le disavventure.
Soggiungo un particolare di FONDAMENTALE IMPORTANZA, come del resto avete già detto voi: è più facile per una straniera, di qualunque Paese al mondo, venire in Italia che per un Italiano emigrare in un Paese straniero (tranne la Francia).
Persino in sud Africa se non hai un contratto di lavoro o apri una società in loco non avrai mai il permesso di soggiornare tranne il visto turistico di durata limitatissima. Limitazioni queste che valgono anche in alcuni Paesi Europei in maniera e forme diverse perché se è vero che per andare ad Amsterdam non hai bisogno del visto turistico nessuno ti fitta un alloggio o ti allaccia la corrente se non hai un lavoro, stesso dicasi per un conto bancario. In Italia invece tu sbarchi da un gommone in Sicilia e dopo che sei fuori dai cpt fai il porco comodo tuo.
Concludendo, ribadisco che non si può generalizzare e se si vuole cogliere un opportunità in terra straniera bisogna conoscere usi costumi e tradizioni. Anche con i social è possibile basta cercare, per esempio su Facebook cercando "Italiani in Ungheria" ho scoperto una comunità di italiani sposati con donne ungheresi nei pressi di Budapest" altrimenti farsi aiutare da chi è professionalmente preparato a cercare ciò che desideriamo.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.